Torna al negozio

Pojana e i Suoi Fratelli

POJANA E I SUOI FRATELLI

di Andrea Pennacchi

 

Nato da un adattamento in chiave veneta de Le allegri comari di Windsor, Franco Ford – “Pojana” – arriva alla ribalta con il celebre video Ciao terroni: un avido padroncino del Nordest ossessionato da i schei e dal suo per nulla velato razzismo, che sfoggia senza remo-re opinioni durissime (nutrite dal pregiudizio) in merito ai tempi incerti che vivono il Nordest e il Paese tutto. I suoi “fratelli” (un ex bouncer, un rinomato derattiz-zatore, il sosia di Walter E. Kurtz di Apocalypse Now e molti altri) vedono la luce all’indomani del primo aprile 2014, quando in un capanón di Casale di Scodosia viene rinvenuto un Tanko – una macchina movimento terra blindata, con un piccolo cannone in torretta. Una schiera di personaggi forgiati dall’immaginazione del rapsodo Andrea Pennacchi, trasposti infine dal palco del teatro alla pagina scritta. Questo testo li raccoglie tutti, con le loro ossessioni, la rabbia, la disperazione e l’ignoranza. Da maschere goldoniane a specchio di una società intera: per raccontare la loro storia, un po’ falsa e un po’ vera, e per guardarci allo specchio.

 

Andrea Pennacchiteatrista dal 1993, è autore di nu-merose opere. Per il cinema ha recitato in Io sono Li di Andrea Segre, in La sedia della felicità per Carlo Mazzacurati, e in Suburra. Nell’autunno del 2018 recita un monologo intitolato Ciao terroni per la campagna “This Is Racism” che fa il giro del web. Oggi è ospite fisso di Propaganda Live su La7. Per People ha pubblicato La guerra dei Bepi (2020, STORIE – BESTSELLER).

15,00

+

Vuoi diventare partner dei prodotti-progetto di Good Land?

Scopri come